Dipendenza da cibo spazzatura: perché esiste, cosa comporta e come superarla

La dipendenza da cibo spazzatura esiste ed è più comune di quanto si pensi. Ma perché avviene? Quali sono i rimedi giusti per riuscire a superarla?pexels-tim-samuel-6697366-1

(foto pexels)

La dipendenza da cibo spazzatura è un fenomeno con cui molti hanno a che fare, ma va assolutamente evitato. Vediamo quali sono le sue cause ed i rimedi per riuscire a farne a meno.

Una gioia per il nostro palato

Per cibo spazzatura, in inglese junk food, si intendono tutti quei prodotti considerati dannosi per la nostra salute, in quanto hanno tantissimi grassi e zuccheri. Ci si può riferire ad un panino ipercalorico, ma anche a dolciumi e caramelle. Sfortunatamente molti di noi, pur conoscendo le conseguenze che questi alimenti possono provocare sulla nostra salute, lo consumano di continuo.macaroons-2178371_1920-1

(foto pixabay)

Purtroppo alcune persone non riescono davvero a farne a meno, in quando hanno sviluppato una vera e propria dipendenza. Il cibo spazzatura è davvero buono, quando lo si consuma le nostre papille gustative ringraziano, ma più lo si mangia più si cade in un circolo vizioso che a lungo andare può solo peggiorare.

Le cause della dipendenza

Ma quali sono le cause che favoriscono la continua voglia di cibo? Non tutte le pietanze buone da mangiare appartengono allo junk food, eppure il termine dipendenza è associato solo ad esso, e non è un caso.

Aggiunta di sostanze chimiche

La prima causa riguarda il trattamento di questi cibi. Essi vengono lavorati in laboratori ed arricchite con sostanze chimiche che hanno lo scopo proprio di creare dipendenza. Quando consumiamo tali pietanze anche queste sostanze vengono a contatto con il nostro corpo. Chi consuma un panino con hamburger o un pacco di biscotti non riesce più a fermarsi.

Stimolo di ormoni

Questa è una conseguenza dovuto proprio all’aggiunta di sostanze chimiche all’interno dello junk food. Come fanno tali additivi a creare dipendenza? Stimolando gli ormoni del cervello. Tra essi c’è la dopamina, l’ormone della felicità. Quando si assapora il cibo spazzatura si ha una sensazione positiva, che però dura temporaneamente.pexels-tim-samuel-6697369-1

(foto pexels)

Pubblicità coinvolgente

Anche il marketing gioca un ruolo strategico ed anche ciò è frutto di uno studio approfondito. La pubblicità fa leva sulle nostre emozioni, viene presentata in un modo creativo ed originale. Si associa ad esempio il consumo di caramelle davanti ad un film, o il consumo di un sandwich durante un primo appuntamento. In più gli alimenti appaiono non solo gustosi ma anche belli da vedere.

Dipendenza da cibo spazzatura: le conseguenze

Fino ad ora ci siamo concentrati solo sulla dipendenza da cibo spazzatura e sulla maniera in cui essa avviene. Purtroppo chi ne soffre deve fare i conti con conseguenze spesso anche gravi. La prima è sicuramente l’obesità: un vero e proprio pericolo per la propria salute. Essa può portare anche tanti disturbi, tra cui quelli cardiovascolari. Esso infatti è molto dannoso per il cuore.pexels-andres-ayrton-6551455-1

(foto pexels)

Le conseguenze possono manifestarsi anche sul fegato a causa della continua ingerenza di grassi saturi. In più si potrebbe sviluppare il diabete, in quanto tali cibi contengono un’elevata quantità di zuccheri. Infine, ma non mono importante, il consumo eccessivo di cibo spazzatura favorisce i tumori: ciò è dovuto all’intensità delle calorie.

Come superare la dipendenza da cibo spazzatura?

Abbiamo già detto che tantissime persone sono dipendenti dallo junk food e non riescono a farne a meno. Fortunatamente i rimedi per combattere e superare tale dipendenza ci sono.

Focalizzarsi sulle conseguenze

Il cibo spazzatura è associato soprattutto alla felicità, ma sarebbe lo stesso se provassimo a focalizzarci di più sulle conseguenze? Al posto di pensare al suo buon gusto pensiamo all’aumento di peso che può provocare e a tutte le conseguenze a cui la nostra salute andrà inevitabilmente incontro. Probabilmente non avremo poi così tanta voglia di ingerirlo.

Cucinare piatti originali

Ci si sente felici quando si consuma cibo spazzatura, ma anche quando si mangia un piatto creativo ed originale fatto in casa con le nostre mani. Al posto di perdere tempo andando nei fast food perché non provare a cucinare una nuova ricetta al giorno? Il gusto sarà ugualmente garantito e pian piano riusciremo a pensare sempre meno agli alimenti dannosi.pexels-alex-green-5693030-1

(foto pexels)

Programmare un menù settimanale

Ogni settimana è meglio programmare cosa mangiare e ovviamente rispettare il menù. Si può inoltre fare la spesa il primo giorno, in modo tale che abbiamo tutto pronto per i giorni restanti e non si sente la necessità di pensare a cosa mangiare. Di conseguenza il pensiero verso il cibo da evitare andrà a diminuire.

Fonte: inran.it