Vitamina C, ecco dove trovarla negli alimenti

Indispensabile per la maturazione del collagene, la Vitamina C aiuta a mantenere il corretto funzionamento del sistema immunitario. La sua carenza può portare alla comparsa dello scorbuto: per evitarla fate attenzione a tavola assumendo cibi che siano ricchi di Vitamina C. Facilita l’assorbimento del ferro, aiuta a combattere i sintomi di influenza e raffreddore, contribuisce alla produzione dei globuli rossi: sono queste alcune delle proprietà della Vitamina C  o acido ascorbico, un composto organico presente in natura caratterizzato da una forte azione antiossidante. La Vitamina C è idrosolubile ed è essenziale per l’uomo e per il suo organismo: permette il corretto funzionamento del sistema immunitario e sintetizza il collagene che rinforza pelle, muscoli, ossa, cartilagini e vasi sanguigni. Inoltre possiede una forte azione riducente e per questo partecipa a molte azioni redox. La carenza di vitamina C può portare alla comparsa dello scorbuto, una malattia relativa proprio ad una produzione insufficiente di collagene e di sostanza cementante intercellulare caratterizzata da apatia, irritabilità, emorragie gengivali, dolori muscolari e articolari,rallentamento della cicatrizzazione di ferite, osteoporosi. Carenze meno gravi di Vitamina C possono comunque creare problemi, portando ad esempio anemia, inappetenza, difficoltà psichiche e disturbi del sonno. Per assumere Vitamina C (la cui dose minima giornaliera è pari a 10 mg/die solo per prevenire lo scorbuto) ci si può rivolgere senza dubbio alla natura: seguire un’alimentazione sana, ricca di frutta e verdura ci aiuta infatti ad assumere ogni giorno le vitamine di cui abbiamo bisogno. Una cosa importante da ricordare è che gran parte della Vitamina C va perduta durante la cottura degli alimenti: per questo, per assicurarsi di assumere le vitamine necessarie all’organismo, meglio mangiare frutta e verdura cruda e bere centrifugati e spremute fresche fatte in casa, soprattutto nei periodi invernali, durante i quali è più facile prendere influenze e raffreddori.RIMEDI-NATURALI-300x251 (1)

SPREMUTA DI ARANCIA OGNI MATTINA PER ASSUMERE VITAMINA C

Tutti gli agrumi sono ricchi di Vitamina C e la spremuta d’arancia la mattina a colazione è uno delle forme più classiche e genuine per assumerla. Tuttavia, la Vitamina C è facilmente ossidabile, per cui la bevanda va bevuta subito, altrimenti il suo apporto sarà inconsistente. In particolare, la Vitamina C dell’arancia possiede proprietà antianemiche e aiuta ad assorbire il ferro. Le arance sono ricche anche di bioflavonoidi, sostanze che insieme alla Vitamina C favoriscono la ricostituzione del collagene del tessuto connettivo e il rafforzamento di denti e ossa, tendini, legamenti e cartilagini.ASPIRINA-NATURALE-salix-alba-300x201

IL KIWI, ANTISETTICO E ANTIOSSIDANTE

Forse non tutti lo sanno, ma i kiwi sono ricchi di Vitamina C ancor più delle arance e sono un vero e proprio rimedio in caso di anemia. I kiwi possiedono, grazie anche alla presenza di Vitamina E, ferro e rame, proprietà antisettiche, aiutano a potenziare le difese immunitarie e ad alleviare problemi circolatori soprattutto durante il periodo di gravidanza. La presenza di polifenoli e Vitamina C rende inoltre il kiwi uno dei frutti più idonei a contrastare i radicali liberi. Senza dimenticare che i kiwi sono un toccasana in caso di problemi all’apparato digerente.KIWI-300x200

LE FRAGOLE, FRUTTA ROSSA CON VITAMINA C

Belle e buone: le fragole sono ricche non soltanto di vitamine B e C, ma anche di fosforo, magnesiopotassio, sostanze proteiche. Hanno proprietà nutrizionali importanti e assumono la funzione di antiossidanti, rappresentando un aiuto concreto per assorbire i radicali liberi.

IL MELONE RICCO DI VITAMINA C AIUTA A MANTENERE GLI OCCHI IN SALUTE

La Vitamina C contenuta nel melone lo rende un frutto ideale per rinforzare ossa e denti e prevenire lo stress ossidativo dei muscoli e delle articolazioni. Insieme alla Vitamina A inoltre, aiuta a potenziare la capacità visiva e a mantenere gli occhi in salute, riducendo il rischio di malattie come cataratta e degenerazione maculare.melone-300x225

IL KUMQUAT, IL MANDARINO CINESE RICCO DI VITAMINA C

Il kumquat, il cui aspetto è quello di una arancia in miniatura, è un frutto conosciuto soprattutto con il nome di “mandarino cinese”. Oltre ad essere ricco di potassio e acido folico, il kumquat è in grado di portare al nostro organismo anche la Vitamina C: da provare sotto forma di marmellate, nelle macedonie, ma anche abbinato al salato come ad esempio suggerito nella ricetta degli spaghetti al kumquat.kumquat1-300x236 (1)

LE VERDURA CON LA VITAMINA C

Sono tante le verdure che contengono vitamina C, come ad esempio peperoni, fave, piselli, rucola, lattuga. Anche i pomodori ne sono ricchi (21 mg per 100 grammi di prodotto) e sono indicati per chi ha problemi di stitichezza, astenia, ipertensione e reumatismi.

ATTENZIONE: Queste informazioni sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Non sostituiscono il medico generico o qualsivoglia specialista. Non vogliono e non devono sostituire le indicazioni del medico al quale vi esortiamo di affidarvi. L’utilizzo, la somministrazione delle informazioni presenti nell’articolo sono di esclusiva responsabilità del lettore. (ndr)

Fonte: stilenaturale.com