Succo di pompelmo e statine

shutterstock_1048432897-1024x683-1-696x464

Immagine: Public Domain.

Le persone non dovrebbero bere il succo di pompelmo se assumono le statine. Perché?

Alcune classi di farmaci – in particolare le statine – sono metabolizzate (scomposte) nell’intestino da un enzima chiamato CYP3A che normalmente riduce la quantità di farmaco che entra nel flusso sanguigno. Il succo di pompelmo contiene composti chiamati furanocumarine che impediscono al CYP3A di svolgere il proprio lavoro. Di conseguenza, gran parte del farmaco viene assorbito, rendendolo più potente di quanto dovrebbe essere – anche tossico in alcuni casi.

Non tutte le statine sono influenzate allo stesso modo dal succo di pompelmo, quindi i fan del pompelmo potrebbero utilizzare una statina che è meno interessata dall’attività del frutto (vedere la tabella che segue).

Gli esperti tuttavia, rassicurano affermado che piccole quantità di pompelmo possono essere consumate. Questo perché gli studi che mostrano effetti pericolosi del pompelmo, hanno utilizzato enormi quantità di furanocoumarine, mentre la quantità trovata in un litro o più del succo è di gran lunga inferiore. Inoltre, mangiare mezzo pompelmo è ancora meno rischioso che bere succo di pompelmo, poiché servono diversi frutti per fare un solo bicchiere di succo. Ma per essere al sicuro, consultare il medico ed evitare di assumere farmaci con il succo di pompelmo.

L’effetto pompelmo

Il succo di pompelmo colpisce alcune statine più di altre.

Grande effetto Poco o nessun effetto
atorvastatina (Lipitor) fluvastatina (Lescol)
lovastatina (Mevacor) pitavastatina (Livalo)
simvastatina (Zocor) pravastatina (Pravachol)
rosuvastatina (Crestor)

 

Fonte:Harvard