Scorzonera selvatica: che ci faccio con te?

Processed with VSCO with f2 preset

Ci sono ortaggi che quando approdano sul nostro bancone in cucina destano maggiore sgomento di un miracolo per la strada. Questo é il caso della scorzonera, ricordo infantile del periodo invernale, quando mia madre (1,75 m per 55 kg…) sosteneva di “doversi rimettere in forma”.

La scorzonera appartiene alla stessa famiglia del carciofo e del topinambur: per questo motivo, dopo averla lavata e spelata (io uso il pelapatate!) è necessario riporla in acqua acidulata con succo di limone, perché non annerisca. È coltivata soprattutto in Piemonte e Liguria infatti, quella che ho cucinato arriva dai dintorni di Genova. Definita anche “asparago d’inverno” la Scorzonera ha un sapore leggermente amarognolo e si presenta come una specie di carota di colore bianco (ma più lunga è più sottile, pulirla è proprio una gioia…!). Il suo apporto calorico è bassissimo (20kcal per 100 g) mentre risulta essere ricca di vitamine e sali minerali. Come il topinambur contiene inulina, sostanza che la rende particolarmente adatta ai diabetici e a chi segue un regime dietetico ipocalorico.

Grano saraceno, scorzonera, erbe e noci

Ingredienti per 4 persone:

200 g di grano saraceno

400 g di scorzonera

1 spicchio d’aglio

1 rametto di rosmarino

2 foglie di salvia

2 rametti di timo

80 g di noci

Olio e.v.o.

Sale

Pepe nero

Procedimento:

1. Mondate, spelate e affettate a rondelle la scorzonera, quindi riponetela in una bacinella con acqua e succo di limone.

2. Sciacquate il grano saraceno, quindi riponetelo in una casseruola con il doppio del suo peso di acqua, chiudete con il coperchio e posizionate sul fornello a fuoco basso. Lasciate cuocere fino a che l’acqua non sarà completamente assorbita, quindi spegnete.

3. In una padella capiente scaldate un filo d’olio quindi soffriggete l’aglio, la salvia e il rosmarino. Aggiungete la scorzonera, coprite e lasciate cuocere a fuoco dolce.

4. Quando la scorzonera sarà morbida(circa 10 minuti) aggiungete il grano saraceno, aggiustate di sale e fate saltare il tutto.

5. Spezzate i gherigli di noci a mano e aggiungeteli, così come le foglioline di timo, quindi profumate il tutto con un’abbondante macinata di pepe e servite ben caldo.

Fonte: http://www.baciamincucina.com/scorzonera-selvatica-che-ci-faccio-con-te/