Risparmiare in cucina, ecco i nostri consigli

Secondo numerose ricerche svolte in Italia e all’estero la popolazione mondiale spreca quotidianamente una quantità di cibo davvero stupefacente. Ad esempio secondo lo studio del Barilla Center for food & nutrition (Bcfn), ogni italiano getta via in media 149 kg di cibo ogni anno, contro i 44 kg dei greci, ma ben al di sotto dei 579 kg degli olandesi. In Usa invece lo spreco è del 40%, fra i 1.350 e i 2.275 dollari per una famiglia di quattro persone. Risparmiare in cucina non vuol dire rinunciare a qualcosa ma bensì acquistare e consumare il giusto, facendolo con criterio.risparmiare-in-cucina

I nostri consigli per risparmiare in cucina

Per facilitarti la vita e permetterti di risparmiare  denaro in cucina, ecco alcuni consigli pensati proprio per te:

  • Il primo consiglio è quello di evitare ingredienti ricercati, a meno che non si abbia una cena speciale. Ad esempio opta per parmigiano, aceto bianco e insalata, anziché spendere molto denaro per acquistare pecorino, aceto rosso e invidia belga.
  • Il secondo luogo ricicla più roba possibile per evitare sprechi e ingegnatevi per riutilizzare gli avanzi. Ad esempio se hai preparato del sugo al tonno e ti è avanzato invece di buttarlo o di condire di nuovo la pasta usalo in maniera diversa, magari con la carne o magari con il riso.
  • Non dimenticare mai di acquistare i legumi, sono ottimi, sostanziosi, ricchi di ferro e grandi amici del portafoglio, visto che sono davvero economici. Cucina le confezioni di fagioli o lenticchie tutti insieme e poi conservali nel frigorifero per realizzare le tue ricette.
  • Quarto consiglio, non dimenticare i congelati. E’ vero che i cibi freschi hanno un gusto migliore ma alcune pietanze, come ad esempio il salmone, che sono molto costose, se comprate già surgelate possono essere davvero economiche.

Cibi stagionali ed erbe aromatiche

Per quanto riguarda la frutta e la verdura è bene per risparmiare in cucina, opta sempre per le tipologie di stagione, poiché ti costeranno meno e saranno davvero gustose. In poche parole niente fragole a dicembre. Per quanto riguarda invece le erbe aromatiche, io ti consiglio di non acquistarle ma piuttosto di coltivarle.  Soddisferanno il tuo palati e avrai a portata di mano tutte le erbe che desiderate.

Ordine per risparmiare

La parola d’ordine per economizzare è ordine in frigorifero. Per quanto riguarda il frigo la regola dice di assegnare ad ogni ripiano un ruolo in modo tale che gli alimenti abbiano visibilità e non finiscano nel dimenticatoio. Solitamente, carne e pesce devono sostare nella parte più fredda (comparto più in basso), la parte centrale (di solito 4-5 °C) è adatta a uova, latticini, dolci a base di creme e panna e quegli alimenti da conservare in frigorifero dopo l’apertura. Nella zona a temperatura maggiore (di solito il cassetto nella parte bassa) si conservano le verdure e la frutta che possono essere danneggiate da temperature troppo basse. Le mensole all’interno della porta sono i punti più caldi del frigorifero e sono destinati ai prodotti che necessitano solo di una leggera refrigerazione (es. bibite, burro).

Le offerte

L’ultimo consiglio per risparmiare in cucina è quello di fare attenzione alle offerte. Se per alcuni prodotti a lunga scadenza le offerte sono spesso la soluzione contro la crisi, per i prodotti a deterioramento veloce nascondono insidie, evita quindi di comprare 20 pacchi di yogurt con scadenza ad una settimana. inoltre attenzione ai prezzi, ad esempio se una cassa di acqua da 1.5×6 bottiglie costa 3 euro e in offerta trovi 12 bottiglie a 9.99 della stessa acqua ti renderai conto che qualcosa non torna.

fonte:  curaletuefinanze.it/