Meravigliosi pistacchi! Aiutano anche a perdere peso

d5b223ba7c

Immagine: Public Domain.

Sono buoni e per di più aiutano a perdere peso. Stiamo parlando dei meravigliosi pistacchi, che secondo uno studio dei ricercatori dell’Università della California, pubblicato su Nutrients, sono perfetti alleati della dieta.

Studi recenti hanno evidenziato come il consumo di frutta secca, pistacchio compreso, favorisca la prevenzione dell’obesità. Il consumo moderato di frutta secca non comporta un aumento di peso all’interno di una dieta bilanciata e consente l’apporto a livello dell’organismo di acidi grassi benefici e proteine di origine vegetale, oltre che di sali minerali, tra i quali possiamo trovare calcio, ferro e magnesio, in quantità differenti a seconda della tipologia prescelta.

Secondo una ricerca condotta nel Regno Unito in collaborazione con l’Università di Messina, i pistacchi rappresentano una fonte importante di antiossidanti e di polifenoli che vengono rilasciati da parte dell’alimento nel corso della digestione. A parere degli esperti, pistacchi e frutta secca dovrebbero essere integrati regolarmente nella dieta, per poter godere dei loro benefici. Essi, infatti, contribuiscono alla riduzione dei livelli di colesterolo LDL nel sangue e concorrono alla riduzione del rischio di malattie cardiovascolari. L’assunzione di pistacchi contribuisce ad innalzare i livelli di colesterolo HDL (quello buono) nel sangue, oltre a fornire fibre vegetali, acidi oleici e grassi monoinsaturi necessari al corretto funzionamento dell’organismo. I pistacchi sono ricchi di vitamina E e di carotenoidi, sostanze che a parere degli esperti concorrono a mantenere l’integrità delle membrane cellulari delle mucose e della pelle, offrendo inoltre protezione contro l’azione dei radicali liberi. I pistacchi rappresentano una fonte di vitamine del gruppo B grazie all’alto contenuto di acido folico, riboflavina, tiamina, niacina, acido pantotenico (o vitamina B5) e vitamina B6. 100 grammi di pistacchi forniscono 1l 144% della quantità giornaliera raccomandata per quanto riguarda l’assunzione di rame, un minerale coinvolto nel metabolismo, nella sintesi dei globuli rossi e nel funzionamento dei neurotrasmettitori. Essi sono inoltre ricchi di fosforo, un minerale che contribuisce ad accrescere la tolleranza al glucosio. Per questo motivo la loro assunzione è stata valutata come una possibile alleata nella prevenzione del diabete di tipo 2. Infine, la presenza di due carotenoidi rari nella frutta secca rende i pistacchi un alimento utile per la protezione della vista e degli occhi dall’azione dei radicali liberi. In proposito il riferimento è al loro contenuto di luteina e zeaxantina, sostanze che sono state entrambe correlate alla riduzione del rischio di degenerazione maculare causata dall’avanzamento dell’età.

Ai partecipanti in sovrappeso, o obesi, sono stati forniti consigli generici sulla perdita di peso, dopodiché una metà del gruppo ha introdotto nella propria dieta quotidiana circa 42 grammi di pistacchi, l’altra no.

Le analisi effettuate, in un periodo di 4 mesi, hanno evidenziato che l’aggiunta di pistacchi alla dieta ipocalorica ha contribuito alla perdita di peso. Inoltre nel gruppo che li ha consumati regolarmente si è registrata una diminuzione della pressione sanguigna, un aumento dell’assunzione di fibre e un consumo inferiore di dolci rispetto all’altro gruppo.

“”Questo alimento, come ha sottolineato la ricercatrice principale” Cheryl L. Rock, può essere un prezioso alleato delle diete dimagranti, anche perché, fra l’altro, può aumentare l’assunzione di nutrienti chiave e contribuire a promuovere un regime alimentare sano”.

Fonte: Nutrients