MENU E PORZIONI

Dato che il latte è l’unico alimento del neonato, il suo menù è tutt’altro che vario! Vi è una grande discussione, anche tra i pediatri, tra i sostenitori dell’allattamento a richiesta, in cui il bambino viene nutrito ogni volta che ha fame, e l’allattamento programmato, in cui si cerca di far trascorrere, tra una poppata e l’altra, un certo numero di ore che varie con l’età del piccolo. Nessuno ha mai risolto scientificamente questa diatriba, poiché l’allattamento a richiesta facilita la relazione col piccolo e l’autoregolamentazione dell’organismo, mentre l’allattamento programmato permette di valutare più facilmente le quantità di nutrienti assunti e di regolare i ritmi di vita dei più piccoli e, di conseguenza, anche dei genitori che lo accudiscono. Ecco invece uno schema di massima della fase di svezzamento, secondo le linee guida dell’American Pediatrics Association e della Harvard Medical School. Non si tratta di uno schema rigido: ogni bambino è diverso dall’altro, quindi potete personalizzarlo con l’aiuto del vostro pediatra di fiducia.

13

14

 

Fonte: www.airc.it