Mangiare carciofi per ridurre il colesterolo in eccesso

images-13

I carciofi sono ricchi di nutrienti antiossidanti come rutina, acido gallico, cinarina e quercetina – che proteggono il cuore, riducono il colesterolo in eccesso e il rischio di malattia epatica e diabete. Per coloro che sono abituati a mangiare questo ortaggio, il cuore del carciofo è probabilmente la parte preferita, ma la ricerca dimostra che nelle foglie ci sono i maggiori benefici per la salute, rispetto a qualsiasi altra parte. In uno studio del 2004, i carciofi sono risultati primi tra le verdure ricche di antiossidanti con i loro sorprendentemente elevati livelli di composti chiamati fitonutrienti.

Come abbassare il colesterolo in eccesso, naturalmente?

Alla fine del 1970, i ricercatori hanno iniziato a guardare a certi composti vegetali come alternativa alle statine, per abbassare il colesterolo – ed hanno scoperto  che i composti presenti nei carciofi avevano un effetto ipocolesterolemizzante. Da allora, i carciofi sono stati molto popolari tra gli scienziati. Uno studio del 2008, su 75 pazienti, ha mostrato che il consumo di 1.280 mg di estratto di foglie di carciofo – per un periodo di 12 settimane – ha mostrato una diminuzione dei livelli di colesterolo totale. I ricercatori che hanno condotto questo studio in doppio cieco, hanno concluso che gli estratti di carciofo hanno mostrato statisticamente significativa, anche se modesta, diminuzione dei livelli di colesterolo totale del 4,2%. Nel 2013, uno studio randomizzato, controllato con placebo, ha osservato l’effetto dell’ estratto di carciofo in pazienti con colesterolo alto. Lo studio è stato condotto per un periodo di 6 settimane ed ha arruolato pazienti con colesterolo elevato (> 280 mg / dl), che sono stati divisi in due gruppi. Un gruppo ha ricevuto 1.800 mg di foglie di  estratto di carciofo in compresse nella dose di 450 mg, quattro volte al giorno, mentre un altro gruppo ha ricevuto un placebo. Alla fine del periodo di osservazione di sei settimane, il gruppo che ha ricevuto l’estratto di carciofo ha mostrato una riduzione del 18,5% del livello di colesterolo rispetto all’altro gruppo.

Perché i carciofi riducono il colesterolo?

Secondo i ricercatori, le foglie di carciofo interferiscono con la produzione di colesterolo nel corpo. La cinarina composto, viene identificata come fitonutriente che svolge un ruolo chiave nel ridurre il colesterolo. Oltre alla cinarina, la luteolina, altro fitonutriente, può anche svolgere un ruolo nella riduzione del colesterolo. Tenete a mente, che il carciofo è solo uno dei tanti rimedi naturali per abbassare il colesterolo . I carciofi possono prevenire l’accumulo di colesterolo attraverso molti percorsi, tuttavia due meccanismi importanti sono stati chiaramente identificati: un meccanismo inibisce l’azione di enzimi che partecipano alla produzione di colesterolo nel fegato, mentre n secondo meccanismo aumenta la produzione di bile che a sua volta elimina più colesterolo dal corpo. E, infine, un altro vantaggio importante associato alle foglie di carciofo è che esse svolgono un ruolo importante nel prevenire l’ossidazione del colesterolo e lipoproteine ​​- che è cruciale nel ridurre il rischio di malattie cardiache.

 Secondo uno studio del 2006, il contenuto di antiossidanti dei carciofi cotti è di 3.56 mml/100 g porzione (3,5 once). Una mezza tazza di carciofo cotto contiene 7 grammi di fibra alimentare ossia  circa il 29% del valore giornaliero (DV), 6.2 mg di vitamina C al 10% del DV, 74,8 mcg di acido folico circa il 19% del DV, 12.4 mg di vitamina K 16% di DV. E ‘anche una buona fonte di niacina, magnesio, fosforo, potassio e rame.

I carciofi sono disponibili tutto l’anno, ed i mesi di punta sono marzo, aprile e maggio.

Fonte: medimagazine.it