Ma i superfoods esistono veramente?

image-axd_-7

Immagine: Public Domain.

Il termine “superfoods” o “superalimenti” viene utilizzato per definire gli alimenti che hanno alti livelli di nutrienti particolari (antiossidanti, vitamine o minerali) e benefici extra per la salute. Tuttavia, prove scientifiche a sostegno dei reali benefici per la salute di questi alimenti sono per lo più inconcludenti.

Cosa sono i super alimenti?

Non esiste una definizione scientificamente approvata per i super alimenti. Il cibo viene etichettato come “superfood” quando si afferma che fornisce contemporaneamente molteplici benefici per la salute o aiuta a prevenire una malattia. Il termine “superfoods” divenne popolare all’inizio del XX secolo quando la United Fruit Company usò il termine come strategia di marketing. La società ha commercializzato attivamente i benefici delle banane per la salute e incoraggiato le persone a includere questi frutti nella loro dieta quotidiana sulla base del fatto che erano economici, facilmente disponibili, nutrienti, facilmente digeribili e che possono essere consumati sia in forma cotta che cruda. Successivamente, l’idea che una banana sia un superfood è diventata più popolare quando i medici hanno iniziato a usare il frutto per trattare gravi condizioni di salute, come la celiachia e il diabete. L’American Medical Association ha anche approvato le banane come cibo di consumo quotidiano. La ricerca indica che quando un prodotto alimentare viene etichettato come superfood questo si traduce in super vendite. Ciò solleva la questione se questi supercibi forniscano davvero un ottimo beneficio nutrizionale piuttosto che un’etichetta usata come booster di vendita dall’industria alimentare.

Come arricchire la nostra dieta quotidiana con i super alimenti?

Mentre si scelgono i migliori nutrienti per la dieta, è sempre importante ricordare che nessun singolo alimento è sufficiente per fornire tutti i nutrienti essenziali necessari per una vita sana. Troppa attenzione ai supercibi può fuorviare una persona e distogliere la sua attenzione da altri cibi sani che sono più ricchi dal punto di vista nutrizionale. Secondo le linee guida dietetiche statunitensi (2015-2020), per un modello alimentare sano, si dovrebbero includere nella dieta nutrienti essenziali da una varietà di gruppi alimentari, prestando attenzione ai limiti di assunzione calorica. Alcuni modelli dietetici, compresa la dieta mediterranea, hanno mostrato significativi benefici per la salute in termini di riduzione del rischio di malattie croniche. Sebbene la maggior parte dei super alimenti sia iperprotetta, alcuni prodotti alimentari devono essere riconosciuti separatamente per i loro immensi benefici per la salute e i valori nutrizionali. Di seguito è riportato l’elenco degli alimenti che offrono questi vantaggi:

Frutti di bosco – sono ricchi di fibre alimentari, antiossidanti e nutrienti che combattono le malattie.

Pesce – è una buona fonte di proteine ​​e acidi grassi omega-3, che sono buoni per un cuore sano.

Verdure a foglia verde: contengono elevate quantità di fibre alimentari, vitamina A, vitamina C, calcio e sostanze fitochimiche bioattive.image-axd

Credito di immagine: Olivier Tabary / Shutterstock

Noci, nocciole, anacardi, noci pecan e mandorle, sono buone fonti di proteine ​​e acidi grassi monoinsaturi, che sono buoni per il cuore,

Olio d’oliva, è una buona fonte di vitamina E, polifenoli e acidi grassi monoinsaturi,

Cereali integrali: sono una buona fonte di fibre solubili e insolubili, vitamina B, minerali e sostanze fitochimiche bioattive,

Yogurt, è ricco di calcio, proteine ​​e batteri buoni (probiotici),

I legumi, come fagioli, soia e piselli, sono una buona fonte di proteine ​​vegetali, fibre e acido folico.

Quanto è giustificato il termine “superfood”?

Diversi studi hanno valutato i benefici dei super alimenti per la salute. I peptidi bioattivi presenti in diverse colture alimentari, come mais, fagioli comuni, amaranto, quinoa e semi di Chia, sono noti per avere una vasta gamma di proprietà, tra cui proprietà antiipertensive, anti-colesterolo, anti-infiammatorie, antitumorali e antiossidanti. Pertanto, questi alimenti sono designati come super alimenti e spesso incorporati nelle formule alimentari. Al contrario, diversi studi hanno anche sottolineato che i superalimenti sono spesso sottoposti a overhyping e che i dati scientifici che sostengono le proprietà preventive di diverse malattie di alcuni superalimenti sono per lo più incoerenti e inconcludenti.

Un’altra cosa importante da ricordare durante il consumo di alimenti etichettati come supercibi è quella di verificarne attentamente il contenuto nutrizionale. Se hai un disturbo specifico e assumi medicine per esso, dovresti discutere con il medico le tue esigenze dietetiche. Ad esempio, se stai assumendo farmaci per prevenire la formazione di coaguli di sangue, non è consigliabile mangiare troppe verdure a foglia verde. Queste verdure sono ricche di vitamina K, che svolge un ruolo essenziale nella coagulazione del sangue e, quindi, può potenzialmente annullare l’effetto del farmaco se consumata in grandi quantità.

Si può affermare che alcuni alimenti etichettati come superfood sono in grado di fornire benefici per la salute se consumati nella giusta quantità insieme ad altri nutrienti. Bisogna sempre ricordare che una dieta sana non dovrebbe includere esclusivamente i super alimenti; piuttosto, i supercibi dovrebbero essere usati come parte di una dieta sana ed equilibrata.

Fonte: Newsmedical