Lupini: proprietà benefiche, utilizzi in cucina, controindicazioni e curiosità

lupini-ok-d3a61a93

L’interesse per i lupini, semi della pianta Lupinus albus, appartenente alla famiglia delle Fabacee, è in continua crescita in quanto molti studi hanno dimostrato le loro preziose proprietà benefiche. Questi antichissimi legumi,infatti, devono molte delle loro virtù nutrizionali alla ricchezza di vitamine A,B e C, omega 3 ed omega 6, oltre alla presenza di minerali essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo, tra i quali: zinco, calcio, ferro, potassio, manganese e fosforo; di proteine e grazie al ridotto contenuto di zuccheri.

Proprietà benefiche e utilizzi in cucina

I lupini godono di numerose proprietà benefiche:

  • combattono la stitichezza
  • sono consigliati contro l’ipertensione
  • contrastano la glicemia
  • prevengono le malattie cardiovascolari
  • sono preziosi contro il diabete tipo 2
  • aumentano il senso di sazietà
  • aiutano a dimagrire nell’ambito di una dieta ipocalorica e bilanciata
  • assicurano una perfetta densità ossea
  • proteggono i muscoli
  • neutralizzano gli effetti nocivi dei radicali liberi
  • sono antitumorali (agiscono, in particolare, nella lotta al tumore al colon)
  • promuovono le funzioni immunitarie
  • depurano l’organismo
  • eliminano le tossine
  • prevengono i danni cellularilupini-ok-1Semi di lupino: energetici e nutrienti, si prestano ad un’infinità di utilizzi culinari ma non vanno mangiati amari.

    Energetici e nutrienti, largamente consumati da vegetariani e vegani, i lupini trovano tantissimi utilizzi in cucina.

    I semi, dopo essere stati raccolti, vengono sottoposti, prima del loro consumo, a operazioni di lavaggio e ad ammolli con sostanze acide/saline e messi in salamoia.

    La farina di lupini, abbinata ad altre farine di cereali o pseudocerali, si presta benissimo alla preparazione di frolle, dolci lievitati, creme dall’aroma deciso e penetrante.

    Dai lupini si ricavano yogurt, latte, pseudo-formaggi, un delizioso pesto. Con essi si possono preparare nutrienti hamburger e polpette vegetali mentre, assolutamente da provare, è la maionese di lupini.

    Controindicazioni

    Come ogni alimento, anche questi legumi hanno le loro controindicazioni:

    • un eccessivo consumo può dare un effetto lassativo
    • non possono essere consumati da chi soffre di allergie ad arachidi, lenticchie e fagioli
    • se dovessero avere un sapore amaro, dovuto alla non rimozione degli alcaloidi, potrebbero portare a una sorta di avvelenamento, causando febbre, stati confusionali, vertigini, aumento della pressione sanguigna.

    Curiosità sui lupini

    Citati persino da Giovanni Verga ne “I Malavoglia” in cui vengono narrate le vicissitudini di questa famiglia che perse un carico di lupini, questi legumi erano noti ai Greci e ai Romani che li utilizzavano al posto della carne, specie nei lunghi spostamenti a piedi effettuati dagli eserciti. Tracce di semi sono state rinvenute nelle piramidi egizie e nelle tombe maya.

    Fonte: ambientebio.it