La dieta delle curve

download

Immagine: Public Domain.

Un regime nutrizionale che faccia ingrassare soltanto “nei punti giusti”? Impossibile! Quello che però si può fare, se si desidera un corpo più florido, è adottare uno stile alimentare che permetta di ottenere il proprio peso forma, difendendo l’armonia delle curve.

A dieta non soltanto per perdere peso! C’è anche chi il peso vorrebbe infatti aumentarlo e magari concentrarlo in punti “clou” del corpo, così da apparire più formosa e sensuale. Mission impossible?
«Una dieta per ingrassare soltanto in certe zone del corpo non esiste!» precisa subito Maria Papavasileiou, dietologa e nutrizionista, autrice di Mangia Smart, un manuale con ricette sane e ipocaloriche che include regole alimentari per imparare a nutrirsi in modo intelligente ed equilibrato. «Se il punto è che ci si vede troppo magre può essere d’aiuto un programma che mixi un’attività fisica tonificante a un programma alimentare studiato ad hoc per raggiungere il giusto peso», sottolinea la dietologa e aggiunge «Quando diciamo “curvy”, intendiamo un corpo sano, non troppo magro e neanche in sovrappeso. Un corpo che ha in evidenza i punti giusti, rientrando sempre negli standard salutari. Una ragazza curvy è quella che mostra fisicamente una femminilità equilibrata, che è specchio di benessere».

Per una remise en forme armoniosa, si procede aumentando gradualmente le calorie “buone” fino ad arrivare al peso forma. «Per calorie buone si intende quelle derivanti da cibi naturali, cereali integrali, legumi, verdura, frutta fresca e secca, in modo da assicurarsi un corretto e completo apporto di proteine, vitamine e sali minerali», spiega Papavasileiou.

Da evitare assolutamente gli eccessi alimentari e soprattutto il junk food rappresentato da cibi confezionati di produzione industriale che ingrassano subito e fanno male. «Se siete fuori in pausa pranzo, optate piuttosto per insalate fresche con verdure miste di stagione e fettine di avocado. Di buono c’è chele persone sottopeso sono molto attente alla qualità del cibo e una volta imparato a mangiare in modo salutare, scoprono “il senso del gusto”, mantenendo tali linee guida alimentari con piacere».

Tuttavia, non è così facile come sembra. «A forza di mangiar poco, la cavità dello stomaco tende a rimpicciolirsi. Per questo può risultare difficile seguire una dieta “ingrassante”, poiché l’aumento di quantità crea un senso di gonfiore. In questo caso, il suggerimento è di fermarsi quando ci si sente sazie e terminare il pasto a distanza di qualche ora».

E se si mangia tanto eppure non si mette su nemmeno un etto? «Può dipendere da uno stile di vita, particolarmente dinamico o con un’alta concentrazione di attività fisica, ma ci sono persone al di sotto del loro peso forma che tuttavia mangiano regolarmente senza grosse limitazioni perché hanno un metabolismo molto veloce o, prevalentemente, per un fatto genetico».

Raggiungere il peso giusto equivale, in pratica, a raggiungere un aspetto sano e armonioso, soprattutto se potenziato da un’attività fisica concentrata sul rassodamento muscolare e dei tessuti.

I cibi da privilegiare nella “dieta delle curve”: cereali integrali, verdure fresche di stagione, frutta fresca, frutta secca, avocado, legumi,insalate con verdure fresche, 

Fonte:Vanityfair