Il tè verde

ingredienti-salute-te-verde

La pianta del tè contiene una gran quantità di polifenoli, sostanze dalle note proprietà anticancro. La fermentazione della foglia, necessaria alla creazione del tè nero, che costituisce la forma più comunemente usata, ne distrugge però le proprietà. Per questo nella dieta anticancro la bevanda scelta deve essere il tè verde, dal gusto delicato e profumato. Il tè verde contiene un tipo particolare di polifenoli, chiamati catechine: in genere i tè verdi giapponesi contengono quantità di catechine più elevate di quelli cinesi. Importante è anche il tempo di infusione. Dopo cinque minuti è presente nell’acqua solo il 20 per cento della quantità di sostanza attiva che si ottiene con otto-dieci minuti di attesa. Chi non ama il sapore intenso di un tè lasciato così a lungo in infusione può usare il trucco di conservare la bustina e riutilizzarla per il tè successivo. Nel preparare la propria bevanda bisogna quindi scegliere tè di ottima qualità e avere pazienza. In tal modo si otterrà una maggiore azione antiossidante, che contribuisce a proteggere dal tumore alla pelle, al colon, al polmone, al seno e alla prostata.  Il tè verde è anche capace di bloccare l’angiogenesi, agendo su alcuni fattori di crescita: per questa ragione sono in corso, anche in Italia e in parte grazie a finanziamenti di AIRC, sperimentazioni con farmaci contenenti le sostanze attive ottenute dalla pianta.

Fonte: airc.it