I lamponi neri riducono l’infiammazione della pelle da allergie cutanee

boysenberry-mora-e-lampone-nero

“Mangiare lamponi neri potrebbe ridurre l’infiammazione associata ad allergie cutanee“, indica un nuovo studio.

In uno studio condotto sui topi e pubblicato all’inizio di questo mese sulla rivista Nutrients, i ricercatori hanno scoperto che una dieta ricca di lamponi neri riduceva l’ infiammazione dovuta all’ipersensibilità da contatto, una condizione che causa arrossamento e infiammazione della pelle.

“Molte volte, i trattamenti vengono applicati direttamente sulla pelle – cose come gli steroidi”, ha dichiarato Steve Oghumu, autore senior del documento e assistente Professore di patologia presso la Ohio State University. “Ed è interessante che il semplice consumo di un frutto potesse ottenere gli stessi effetti”.

I ricercatori hanno alimentato un gruppo di topi con una dieta che includeva lamponi neri, con una dose equivalenti a una singola porzione al giorno per gli umani. Il gruppo di controllo invece, era composto da topi nutriti con la stessa dieta, ma senza lamponi neri.

Tre settimane dopo l’inizio delle diete, i ricercatori hanno esposto le orecchie di ogni topo a sostanze irritanti che causavano ipersensibilità al contatto. Quindi, hanno misurato le riduzioni del gonfiore, confrontando le orecchie di ciascun topo. Hanno scoperto che nei topi alimentati con una dieta che includeva lamponi neri, il gonfiore diminuiva rispetto ai topi che non mangiavano lamponi neri. I ricercatori hanno scoperto che i lamponi neri sembrano modulare le cellule dendritiche che agiscono come messaggeri per il sistema immunitario del corpo, dicendo al sistema immunitario di entrare o meno in azione, essenzialmente se creare infiammazione o meno.

“Il sistema immunitario è molto complesso, ma una volta che inizi a identificare le cellule uniche che sono colpite dalle bacche, puoi vedere come le bacche inibiscono l’infiammazione”, ha detto Oghumu. “Molti dei cattivi effetti che vediamo non sono sempre dovuti ai patogeni o agli allergeni stessi, ma sono dovuti al modo in cui il nostro corpo risponde a questi fattori scatenanti“.

Nel caso dell’ipersensibilità da contatto, ad esempio, la pelle di una persona incontra un allergene e il corpo risponde inondando l’area con cellule che causano infiammazione e prurito.

“E quindi un modo per gestire questo tipo di malattie è controllare quella risposta e questa è una delle cose che i lamponi neri sembrano essere in grado di fare“, ha detto il ricercatore.

Oghumu e colleghi del suo laboratorio studiano da anni gli effetti dei lamponi neri sull’infiammazione. Una dieta ricca di lamponi neri ha mostrato risultati promettenti anche nel ridurre l’infiammazione associata ad alcuni tipi di cancro e Oghumu e il suo team stanno indagando se i lamponi neri possono anche aiutare a ridurre l’infiammazione in altre condizioni.

“Questo studio è un’indicazione precoce che tali benefici potrebbero esistere”, ha detto Oghumu che ha osservato che occorre lavorare di più per determinare quali proprietà specifiche dei lamponi neri portano a una diminuzione dell’infiammazione.

Fonte: Nutrients