Ghiaccioli al prosecco: la ricetta dell’estate

Come preparare dei particolari e rinfrescanti ghiaccioli al prosecco in poche e semplici mosse, ecco la ricetta che allieterà le vostre serate estive! Sembrano essere un must dell’estate 2018 tant’è che una società inglese ha creato una vera e propria linea di ghiaccioli a tema per questi mesi estivi, preparare i ghiaccioli al prosecco in casa è semplicissimo. Per preparare i ghiaccioli aromatizzati al prosecco sono necessari pochi e semplici ingredienti: acqua, zucchero e prosecco. Dopo aver preparato lo sciroppo a base di zucchero e acqua, questo deve essere unito freddo al prosecco con l’aggiunta di ingredienti a piacere come ciliegie o altri frutti rossi, dopodiché vanno semplicemente riempiti gli stampini e attendere il congelamento. I ghiaccioli preparati seguendo questa ricetta sono un’ottima idea per i più grandi tant’è che potete prepararli in occasione di un aperitivo o di una cena tra amici per stupire tutti i vostri commensali. Vediamo ora tutti i passaggi della preparazione.

Ingredienti della ricetta dei ghiaccioli al prosecco (per 4 persone)

  • 100 ml di acqua
  • 200 ml di prosecco
  • 80 g di zucchero
  • foglie di menta fresca
  • ciliegie snocciolate q.b.

DIFFICOLTA’: 1 | TEMPO DI COTTURA: 5′ | TEMPO DI PREPARAZIONE: 20′ + il tempo del raffreddamentosh_ghiaccioli_al_prosecco

Ghiaccioli al prosecco

Preparazione dei ghiaccioli al prosecco

Per prima cosa dedicatevi alla preparazione dello sciroppo: mettete l’acqua e lo zucchero in un pentolino, mescolate e ponete sul fuoco. Fate cuocere a fiamma bassa, portate a ebollizione e lasciate sul fuoco per il tempo necessario a far sciogliere completamente lo zucchero. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare completamente. Versate lo sciroppo ormai freddo in una ciotola insieme al prosecco, mescolate e aggiungete qualche ciliegia snocciolata e foglie di menta fresca a piacere. Versate negli appositi stampi per ghiaccioli. Aggiungete gli stecchi e mettete in freezer, lasciate riposare almeno per 4 ore prima di togliere i ghiaccioli dalle formine.

Fonte: primochef.it