Consumo di frutta e verdura a polpa bianca riduce il rischio di ictus

uid_riza_2082-310-176

I ricercatori olandesi hanno rivelato che il consumo di frutta e verdura a polpa bianca, può ridurre il rischio di ictus.

E’ risaputo che mangiare frutta e verdura aiuta a ridurre il rischio di ictus. Studi precedenti si sono concentrati sui benefici preventivi di frutta e verdura, in particolare sul valore nutrizionale del cibo e le caratteristiche tra cui il colore, la parte commestibile, la famiglia botanica e la sua capacità di fornire antiossidanti. Ma questo ultimo studio va oltre, indagando i legami tra i colori di frutta e verdura e ictus. Il colore della parte commestibile di frutta e verdura riflette la presenza di fitochimici benefici tra ci carotenoidi e flavonoidi. Ricercatori della Divisione di Nutrizione Umana presso l’Università di Wageningen e dell’Istituto Nazionale per la salute pubblica e l’ambiente nei Paesi Bassi, hanno studiato l’associazione tra consumo di frutta e verdura e l’incidenza di ictus, in uno studio basato sulla popolazione di 20.069 adulti. L’età media dei soggetti era di 41 anni. Nessuno dei soggetti soffriva di malattie cardiovascolari al momento della ricerca e tutti hanno completato un questionario di frequenza alimentare relativo all’anno precedente. La squadra ha classificato frutta e verdura in quattro gruppi di colore: verde (verdure a foglia scura, cavoli e lattughe), arancione / giallo (agrumi); / viola (verdure rosse) rosso e bianco (55% dei quali erano mele e pere) .

I ricercatori hanno documentato 233 ictus nel periodo di follow-up decennale.Nessuna associazione è stata trovata tra frutta e verdura  verde, arancione / giallo e rosso / viola e  ictus.

I ricercatori hanno dimostrato un calo del 52% del rischio di ictus per le persone che hanno consumato un numero elevato di frutta bianca e verdura, rispetto ai coetanei che mangiavano meno quantità della stessa frutta e verdura.

Secondo il team, ogni 25 grammi al giorno di aumento del consumo di frutta bianca e verdura è stato collegato a un calo del 9% del rischio di ictus. La mela media è di 120 grammi.

‘Per prevenire l’ictus, può essere utile consumare una considerevole quantità di frutta bianca e verdura,’ dice l’autore dello studio Linda M. Oude Griep, un borsista post-dottorato in nutrizione umana presso l’Università di Wageningen. ‘ Ad esempio, mangiare una mela al giorno è un modo semplice per aumentare il consumo di frutta e verdura bianca. Tuttavia, altri frutti e gruppi di vegetali di colori diversi possono proteggere contro altre malattie croniche. Pertanto, rimane di grande importanza consumare molta frutta e verdura. Sia le mele che le pere sono ricche di fibre e quercetina alimentare, che è un flavonoide ampiamente distribuito in natura. Altri alimenti a polpa bianca inclusi nello studio erano le banane, cavolfiore, cicoria e cetriolo.

Fonte: medimagazine.it