Come abbinare gli alimenti in modo corretto e le combinazioni da evitare

Come abbinare gli alimenti in modo corretto per la nostra dieta e quali combinazione di cibi evitare.pexels-wendy-wei-1656666-1

(Foto Pexels)

Il segreto per rimettersi in forma e seguire un regime alimentare sano è quello di abbinare gli alimenti in modo corretto. Un aspetto che spesso viene sottovalutato, ma che risulta importantissimo per bilanciare adeguatamente una dieta. Ma perché è fondamentale conoscere i giusti abbinamenti ed evitare quelli scorretti? Scopriamolo insieme.

Come abbinare gli alimenti in modo corretto? I motivi per cui dovresti farlo

Abbinare adeguatamente gli alimenti comporta un migliore assorbimento dei nutrienti, la regolarizzazione del processo digestivo e un benessere intestinale generale. Inoltre, in presenza di colesterolo o glicemia alti, le corrette combinazioni di alimenti possono normalizzare questi picchi ematochimici. Oltre a consentire una perdita di peso e una stabilizzazione della dieta, c’è un importante vantaggio per la salute dell’organismo. Vediamo ora le combinazioni alimentari da seguire e quelle da evitare.bozza-automatica-2-2-1200x800

(Foto Pexels)

Quali alimenti abbinare?

In primis, bisogna sapere che per poter abbinare correttamente gli alimenti bisogna partire dai loro nutrienti. Ad esempio:

  • cereali (pane, pasta, riso, farro) fonte principale di carboidrati;
  • verdura, contiene fibre utili alla digestione, vitamine e sali minerali;
  • frutta, fonte di vitamine e zuccheri sani;
  • carne, pesce, uova, latticini origine di un importante apporto proteico;
  • legumi, contengono carboidrati, proteine e fibre;
  • oli e latticini, fonte di grassi.

Per ridurre il picco glicemico a fine pasto sarebbe bene introdurre carboidrati e proteine, ad esempio un piatto di pasta e un’insalata oppure un primo e un secondo di carne o di pesce. Per il corretto assorbimento del glucosio invece è fondamentale l’apporto ad ogni pasto fondamentale (pranzo e cena) di una fibra o di un cereale.

E’ buona abitudine quindi abbinare un piatto di pasta con un secondo di verdure. Uno dei migliori abbinamenti è quello tra vitamina C e ferro, dato che la prima ne migliora l’assorbimento. Quindi alimenti ricchi di vitamina C come agrumi, kiwi, uva, ribes, peperoni) e cibi abbondanti di ferro come uova, cereali integrali, carne secca o legumi. Un’altra combinazione perfetta è quella tra vitamina D e calcio per rafforzare le ossa, specie tra le donne in menopausa. Gli alimenti ricchi di vitamina D sono: il tuorlo dell’uovo, pesce e latticini.

Quali cibi non bisognerebbe associare

Per evitare un aumento del picco calorico e glicemico sarebbe bene evitare di associare due fonti differenti di carboidrati come pasta e patate o pasta e panino. Per scongiurare flatulenza, problemi digestivi e meteorismo inoltre è bene evitare di mangiare enormi quantità di frutta e verdura a pasto. Abbinare il caffè al latte potrebbe comprometterne l’assorbimento corretto di calcio così come non bisognerebbe abbinare i latticini con: cacao, spinaci, barbabietola, olio abbondante, frutta secca oleosa. Per concludere combinare gli alimenti è fondamentale per correggere l’assorbimento dei nutrienti, limitare il senso di fame e ridurre l’introito calorico nel corso della giornata, garantendo anche una perdita di peso, specie se associata a sport.

Fonte: inran.it