calamari alla brace

Sono buoni cotti sulla brace, farli in casa diventa impegnativo per il fumo che sprigionano, a meno che non si possieda una di quelle griglie apposite dotate di vaschetta per l’acqua. L’ideale è utilizzare grossi spiedini d’acciaio con il manico in legno per poterli rigirare agevolmente.

Immagine

 

 ingredienti per 4 persone

4 bei calamari
pangrattato
prezzemolo tritato
1 spicchio d’aglio tritato finemente
olio extravergine d’oliva
sale
pepe

 preparazione

Lavare i calamari e tagliarli a rondelle lasciando interi i tentacoli per poter infilzare anche quelli sullo spiedo. In una ciotola mescolare (con le mani: si amalgama meglio!) il pangrattato e tutti gli altri ingredienti, aggiungendo olio finché il composto non risulterà sufficientemente umido. Tuffarci quindi i calamari rigirandoli bene perchè se ne attacchi il più possibile. Infilzare ogni rondella negli spiedini e al termine passarci nuovamente sopra il rimanente pangrattato esercitando una leggera pressione. Cuocerli su una bella brace viva fin quando acquisteranno un bel colore dorato (non occorre molto tempo). Sfilarli quindi dagli spiedini e disporli in un vassoio da tenere in caldo fino al momento di servire.

Fonte: il giornale del cibo