Bergamotto, un frutto magico che regala tantissimi benefici

Nel bergamotto troviamo le statine, ovvero molecole in grado di inibire l’enzima che determina la sintesi del colesterolo nel fegato.bergamotto-750x375

Il bergamotto è un frutto che rientra a far parte della famiglia degli agrumi, appartenente alle Rutaceae. Esso ricorda moltissimo esteticamente l’arancia, e nasce dalla pianta Citrus Bergamia. Nel nostro paese viene coltivato prevalentemente nella zona costiera della Calabria. Il frutto si presenta di colore giallo e dalla forma tondeggiante, leggermente schiacciata alle estremità. Questo frutto è molto conosciuto per le sue proprietà, ed anche per la preparazione dell’olio essenziale. Apporta numerose benefici e previene problemi alla cute, e patologie cardiovascolari. In campo cosmetico viene largamente impiegato dall’industria profumiera e per i prodotti di bellezza. In campo alimentare è impiegato per la realizzazione di tisane e tè. Scopriamo insieme i suoi benefici e le sue qualità.

Qualità e benefici del bergamottobenefici-del-bergamotto

Il principale costituente che troviamo all’interno del frutto è il suo olio essenziale, che si ottiene dalla buccia. Esso viene estratto con il metodo della pressione a freddo. È molto efficacie a contrastare infezioni intestinali e coliche. Al suo interno sono presenti molti flavonoidi, per questo è considerato un antiossidante naturale. Viene impiegato anche come calmante durante gli stati d’ansia e come antidepressivo vegetale. Inoltre il bergamotto è un valido aiuto per contrastare l’insonnia. Infatti la sua assunzione favorisce il sonno. Le sue proprietà antitetiche lo rendono un perfetto alleato per le vie respiratorie, da utilizzare come balsamico. Tra le tante proprietà ricordiamo quella energizzante e tonificante. I benefici di questo frutto sono stati comprovati grazie ad alcune ricerche scientifiche. Gli ultimi studi condotti all’Università di Tor Vergata hanno evidenziato i benefici del bergamotto, nello specifico come rimedio naturale per contrastare il colesterolo.

Gli elementi presenti nel frutto

Il succo naturale di bergamotto contiene due principali sostanze appartenenti alla famiglia dei flavonoidi: asperetina e naringenina. Secondo diversi studi, tali sostanze hanno gli stessi effetti dei farmaci anticolesterolo. La sola che li differenzia, è la mancanza di possibili effetti collaterali. Nel frutto troviamo inoltre le statine, ovvero molecole in grado di inibire l’enzima che determina la sintesi del colesterolo nel fegato. Consumare il succo di bergamotto non aiuta solo a ridurre il colesterolo totale. Infatti la bevanda contribuisce anche alla diminuzione dei livelli ematici LDL. Quest’ultimo, come sappiamo, è il colesterolo dannoso per la nostra salute, per questo viene chiamato Colesterolo Cattivo. Così facendo i vasi sanguigni si manterranno sempre in salute e diminuiranno le possibilità di contrarre patologie cardiovascolari. È importante sempre specificare che, in caso di problemi di salute, bisogna consultare il medico per evitare ulteriori problematiche. Nello specifico, se state effettuando una terapia farmacologica a base di medicinali anticoagulanti. L’assunzione di alcuni farmaci e di prodotti derivanti dal bergamotto infatti, è in alcuni casi sconsigliata.

Valori nutrizionali e cosmetica

Nel bergamotto troviamo per circa l’80%, acqua. Questo frutto è particolarmente ricco di vitamine, come quella A e quelle appartenenti al gruppo B. Come abbiamo già introdotto, è ricchissimo di flavonoidi che fungono da potenti antiossidanti naturali. Inoltre sono presenti in esso l’acido citrico, proteine, fibre alimentari, fosfati e pectine. Tra i sali minerali, occupano un posto di rilievo il sodio, il potassio, il calcio ed il magnesio. All’interno di 10 gocce di olio essenziale di bergamotto vi sono circa 40 Kcal.

In cosmetica il bergamotto viene utilizzato principalmente come olio essenziale.

Si può trovare nelle profumerie e nelle migliori erboristerie e possiede le seguenti proprietà benefiche:

  1. Azione cicatrizzante: utilizzato per la preparazione di creme per il corpo e per il viso
  2. Proprietà riscaldanti: vengono sfruttate tali proprietà per riattivare la micro-circolazione e come ingrediente per effettuare massaggi anti-cellulite
  3. Qualche goccia di olio aggiunto allo shampoo aiuta a contrastare la formazione della forfora e la caduta dei capelli
  4. Proprietà antimicotiche: grazie a tale proprietà può essere impiegato per la cura della micosi delle dita e delle unghie

Impieghi in cucinaimpieghi-in-cucina-del-bergamotto

Il bergamotto è un agrume che possiede un sapore molto intenso. Grazie a questo può essere impiegato in cucina per diverse preparazioni, sia per ricette dolci che salate. Di per sé questo frutto non ha un sapore gradevole, come le arance ad esempio, per questo non viene consumato fresco. Molto apprezzato è il suo , che può essere assaporato sia caldo nella stagione invernale, che freddo quando è estate. Il succo di bergamotto è molto utilizzato, e può essere acquistato già pronto, oppure potete realizzarlo in casa. Basta semplicemente spremere mezzo bergamotto ed aggiungervi un po’ di acqua fresca ed un cucchiaino di miele.

Per le preparazioni dolciarie viene utilizzata la sua buccia grattugiata, insieme a quella del limone. Molto buona è anche la marmellata di bergamotto, impiegata per la farcitura di biscotti secchi, oppure da consumare sul pane. Per le preparazioni salate invece viene utilizzato il suo olio. Per ottenerlo bisogna sbucciare il frutto e lasciare macerare la buccia in un quarto di olio di oliva extravergine per un mese. Il barattolo chiuso ermeticamente deve riposare in un luogo asciutto e buio. Ricordiamo inoltre che prima del suo consumo, il prodotto deve essere filtrato con un colino. L’olio può essere impiegato per condire pesce, pasta ed insalate.

Ricetta torta profumata al bergamotto

Per la preparazione di questo dolce per 6 persone, dovete avere in casa i seguenti ingredienti:

  • 1 bergamotto
  • 2 uova fresche
  • 150 grammi di zucchero semolato bianco
  • 150 grammi di farina 00
  • 100 grammi di burro
  • 80 millilitri di latte fresco
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 150 grammi di zucchero a velo

Procedimento

Iniziate la ricetta lavando accuratamente il bergamotto sotto abbondante acqua corrente. Una volta pulito grattugiate la scorza e lasciatela da parte in un recipiente. Tagliate il frutto in due parti, spremetelo e lasciate da parte il succo in un bicchiere. Ora rompete le uova e sbattetele con lo zucchero semolato fino a quando non avrete realizzato un composto spumoso e liscio. Unitevi un po’ di farina alla volta, poi il latte, il burro ed amalgamate tutti gli ingredienti. A questo punto aggiungetevi il lievito per dolci e la scorzetta grattugiata in precedenza. Prendete uno stampo per dolci e ricoprite il fondo con la carta da forno. Dopodiché versatevi il composto e lasciate cuocere in forno preriscaldato a 180 ° per 40 minuti circa. Una volta pronto il dolce sfornatelo e praticate sulla superficie dei buchini con lo stuzzicadenti. Adesso intiepidite il succo di bergamotto e scioglietevi 50 grammi di zucchero. Versate lo sciroppo sulla torta e lasciate raffreddare prima di consumare. Realizzate la glassa con lo zucchero a velo ed un po’ di acqua. Servite in tavola in dolce glassato con del buon tè nero.

Fonte: inran.it