3 erbe potenti che migliorano la salute del fegato

download-52

Insieme alla pelle, reni e intestino, il fegato è uno dei principali organi con la funzione di rimuovere le tossine dal nostro corpo e favorire la disintossicazione. Alcuni rimedi naturali possono contribuire a migliorare la salute del fegato e tra questi, tre erbe potenti che molti esperti consigliano, sono la bardana, il tarassaco e il cardo mariano.

Scopri come migliorare rapidamente la salute del fegato – naturalmente

Il fegato non solo aiuta a eliminare le tossine dal corpo, ma è responsabile del metabolismo e aiuta a regolare la produzione di ormoni. Comuni malattie del fegato includono cirrosi, epatite A, B, e C, oltre a malattia del fegato grasso.

Le erbe che aiutano a disintossicare il corpo e migliorare la salute del fegato:

Bardana, o Arctium lappa, comune in Asia, è un’erba le cui radici possono essere consumate come un vegetale. Ha un effetto diuretico, e la minzione in eccesso che produce può aiutare a ridurre la pressione sanguigna. E’ nota anche come diaforetico – che significa che aumenta la sudorazione. Ricordate, uno dei migliori modi per disintossicare il corpo è attraverso il sudore. Un altro importante vantaggio della radice di bardana è il suo alto contenuto antiossidante che aiuta a proteggere il fegato dalle tossine. Inoltre, la radice di bardana può purificare il fegato, permettendogli così di svolgere un lavoro migliore nella disintossicazione del sangue. Il Dr. De Souza PREDES del Dipartimento di Scienze Biologiche presso l’Universidade Estadual do Paraná in Brasile e colleghi, hanno recentemente pubblicato una ricerca che ha indagato la capacità della bardana di migliorare la salute del fegato. Gli autori hanno scoperto che, ” in conclusione, gli indicatori della funzionalità epatica hanno mostrato che la bardana protegge il fegato dai danni indotti dalla tossicità del cadmio”.

Si può consumare la radice di bardana proprio come un vegetale da cottura. È possibile cucinarla al vapore o arrosto o preparare un piatto stir fry, come nelle culture asiatiche, con olio di sesamo tostato, salsa di soia e fiocchi di peperoncino.

Tarassaco o dente di leone: le sue foglie possono contribuire a migliorare la salute del fegato, soprattutto nel caso di epatite C. Taraxin, il composto attivo presente nel tarassaco, è una coleretico, il che significa che stimola la produzione di bile. Questo aiuta nell’ assorbimento dei grassi e digestione e un altro suo vantaggio è quello di combattere la stitichezza. Si può cucinare il tarassaco con altre verdure o da solo con cipolle e aglio. È inoltre possibile utilizzare la radice di tarassaco per fare il tè. Ricordate che queste verdure hanno un gusto amaro.

Cardo mariano: è un’altra erba conosciuta per i suoi benefici per la salute del fegato. È stato usato per contribuire a trattare la malattia epatica cronica e epatite B e C. Il suo componente attivo è un composto chiamato silimarina, e come, il dente di leone, ha funzione coleretica. I semi di cardo mariano sono più potenti, ma si può anche consumare il resto della pianta. Ad esempio, è possibile stufare i gambi e semi, dopo aver tolto le spine,cucinarli arrosto o far bollire le sue radici.

A seconda della situazione personale, i rimedi vegetali in genere forniscono un potente e sicuro modo di migliorare la salute generale, senza effetti collaterali negativi.

Fonte: medimagazine.it